DPCM 24 Ottobre 2020: Stop a palestre e piscine

Evento Promosso da: Csen Veneto

Il premier Conte ha firmato il nuovo Dpcm che entrerà in vigore da domani, lunedì 26 settembre, e avrà validità fino al 24 novembre.

Misure drastiche per lo sport che consente attività sportiva solo per i professionisti o campionati nazionali oppure all'aperto rispettando le regole sul distanziamento. Un duro colpo a tutto il settore con molte ASD e società sportive che dovranno obbligatoriamente sospendere l'attività. Il Ministro dello Sport, Spadafora, tramite il proprio canale social, ha annunciato che nei prossimi giorni verrà approvato il decreto per sostenere con misure straordinarie tutto il mondo dello sport:

- 800 euro indennità per novembre;
- 50 milioni di fondo perduto per ASD e SSD da erogare entro novembre;
- fondo perduto automatico per le  Società Sportive Dilettantische con codici Ateco che ne avevano già usufruito.

 

Di seguito i punti di interesse del DPCM:

Sospesi eventi e competizioni sportive degli sport individuali e di squadra, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; restano consentiti soltanto gli eventi e le competizioni sportive, riconosciuti di interesse nazionale, nei settori professionistici e dilettantistici, dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali, all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all'aperto senza la presenza di pubblico, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva".

Anche gli allenamenti degli atleti coinvolti nelle competizioni previste dalla lettera E si dovranno svolgere a porte chiuse,  mentre il punto G prevede "fatto salvo quanto previsto alla lettera e) in ordine agli eventi e alle competizioni sportive di interesse nazionale, lo svolgimento degli sport di contatto, come individuati con provvedimento del Ministro per le politiche giovanili e lo sport, è sospeso; sono altresì sospese l’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto nonché tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto, anche se aventi carattere ludico-amatoriale”.


Il Punto F Comma 9 regolamenta le attività nei centri sportivi  "ferma restando la sospensione delle attività di piscine e palestre, l'attività sportiva di base e l'attività motoria in genere svolte all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in conformità con le linee guida emanate dall'Ufficio per lo sport".

 

Sospensione anche per i circoli culturali:
"sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per quelli con presidio sanitario obbligatorio o che effettuino l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi;

Share

Strategy